Antiriciclaggio

Per la gestione del rischio di controparte (normativa antiriciclaggio) così da preservare il VALORE creato dall’Ente / Azienda

Il modulo antiriciclaggio tratta il rischio di controparte, legato ai fornitori ed ai clienti, che si può presentare sia nella fase di contrattualizzazione del rapporto che nella fase di esecuzione dello stesso.

 

Il modulo implementa un modello sviluppato dal partner R-Group col fine di supportare le organizzazioni, soggetti obbligati e autorità di controllo (come la PA, nei procedimenti o procedure definite dall’Art. 10 del D.Lgs. 231/07), nella definizione del proprio Piano antiriciclaggio sulla base delle indicazioni della normativa e dei soggetti istituzionali.

In particolare, le Pubbliche amministrazioni adottano procedure interne, proporzionate alle proprie dimensioni organizzative e operative, idonee a valutare il livello di esposizione dei propri uffici al rischio e indicano le misure necessarie a mitigarlo.

Sulla base di tali aspetti chiave della normativa, il Modulo Antiriciclaggio di Gzoom permette di tenere in stretto collegamento logico nel tempo tutte le variabili necessarie a costituire il proprio Piano e a prevedere opportune politiche di comunicazione alla UIF – Unità di informazione finanziaria. I contenuti del Modello sono i seguenti:

Il sistema consente di raccogliere i dati anagrafici della controparte ed essere di guida nelle verifiche di elementi di anomalia calcolando il livello di rischio potenziale che può portare ad una verifica più approfondita dell’identità della controparte e comunque a valutare la sospensione dell’attivazione del rapporto e la comunicazione UIF completa di tutte le informazioni richieste perché raccolte all’interno del sistema.
Analogamente in corso di esecuzione del rapporto il sistema propone indicatori di anomalia e schemi comportamentali che consentono di valutare il rischio per la singola operazione e valutare quindi la sospensione della stessa e del rapporto con la controparte con conseguente comunicazione all’UIF.

 

Vai alla sezione Amministrazioni Pubbliche Locali per scoprire specifici casi d’uso.
Vai alla sezione Enti del Sistema Sanitario per scoprire specifici casi d’uso.
Vai alla sezione Enti del Sistema Universitario e della Ricerca per scoprire specifici casi d’uso.
Vai alla sezione Amministrazioni Pubbliche Centrali e Regionali per scoprire specifici casi d’uso.
Vai alla sezione Aziende (Partecipate, Terzo Settore, Private)i per scoprire specifici casi d’uso.